Nasce così il concept GUS , la domanda di autenticità dell’esperienza alimentare, di sostenibilità ambientale ed etica sociale, ma anche di inclusione della diversità, saranno le dimensioni su cui costruiremo la nuova visione della nostra food and drink experience.

Gustavo Blumensthil è un ambasciatore, scrittore, viaggiatore e mercante italiano.

Nel salotto di famiglia ama fare festa e conoscere gente.
In parte ascetico e poco decadente ha un dono, la riservatezza e l'eleganza, per questo tutti sanno chi è ma in realtà mai nessuno lo ha conosciuto veramente. Lo sguardo di GUS è uno sguardo turistico ed internazionale, perchè lo sguardo di un non romano a Roma specialmente nel centro storico è quello di un turista senza il biglietto di ritorno. Questa sarà la condizione ideale dove ci si rifugge. Un progetto nuovo e ricco che intende reinterpretare la storia dei sapori italiani e del modo di approcciare alla festa, attraverso un linguaggio gastronomico contemporaneo ed un cocktail bar di valore internazionale.

Scegliamo il cibo partendo dal senso del gusto, non solo buono da mangiare ma anche da condividere.

Scegliamo la nostra musica per creare festa e generare emozioni tra la gente.

In questo modo, una delle esperienze più appaganti per la persona diventa spunto anche in chiave relazionale.
Sarà molto importante il food pairing, dove la parte drink animerà il cibo senza risultare né invadente né arrendevole, pulendo la bocca fra un boccone e l’altro, ravvivando il desiderio del boccone successivo e uscendone, grazie ad un abbinamento corretto, a sua volta esaltata.

FOR THE DREAMERS, FOR THE BOLD, FOR ROME… BECAUSE GUS IS STATE OF MIND